Superbonus 110% prorogato anche nel 2024: tutte le novità

Il M5s ha proposto emendamenti per estendere il Superbonus 110% fino al 30 giugno 2024, condizionati al progresso dei lavori entro il 31 dicembre 2023, con costi stimati a 220-775 milioni di euro annui dal 2024 al 2027. Queste modifiche mirano anche a consentire cessioni multiple di crediti edilizi incagliati fino all’introduzione del decreto restrittivo.

house-167734_1920

Il Movimento 5 Stelle (M5s) ha presentato emendamenti volti a prolungare il Superbonus 110%, un’agevolazione che il governo attualmente non sembra incline a estendere.

Con il termine fissato al 31 dicembre 2023, l’agevolazione potrebbe ridursi al 70%, ma il M5s propone di estenderla fino al 30 giugno 2024, a condizione che i lavori abbiano raggiunto specifiche percentuali di completamento.

Proposte di prolungamento e costi stimati

crop-hand-holding-house-near-coins-min

Le proposte di estensione del Superbonus 110% presentate dal M5s porterebbero a un costo stimato di 220 milioni o 775 milioni di euro all’anno, dal 2024 al 2027.

Queste proposte mirano a consentire un’estensione dei termini per il completamento dei lavori di efficientamento energetico, rendendola condizionata al raggiungimento di una percentuale specifica di lavori entro il 31 dicembre 2023.

Riduzione delle agevolazioni e scenari futuri

In assenza di interventi, la fine del Superbonus 110% il 31 dicembre 2023 comporterebbe una diminuzione delle agevolazioni al 70%. Tuttavia, le proposte del M5s cercano di estendere i termini per il completamento dei lavori energetici, garantendo un’agevolazione proporzionata al livello di avanzamento al 31 dicembre 2023.

Risolvere i crediti edilizi incagliati

Gli emendamenti presentati affrontano anche il problema dei crediti edilizi in sospeso, consentendo cessioni multiple senza restrizioni fino all’entrata in vigore del decreto che ha imposto limitazioni alle cessioni.

Queste proposte mirano a agevolare la circolazione dei crediti d’imposta ancora non utilizzati e a sbloccare situazioni di stallo che hanno coinvolto il settore edile.

Il confronto delle proposte in parlamento

Le proposte del M5s per estendere il Superbonus 110% e risolvere questioni connesse ai crediti edilizi incagliati sono ora al centro del dibattito parlamentare. Si discuterà sull’opportunità di estendere l’agevolazione e di affrontare i nodi problematici relativi al settore edile, tenendo conto degli impatti finanziari a lungo termine di tali proroghe.

Lascia un commento