Superbonus 90%: cos’è e a chi spetta

Con il provvedimento 411179 dell’Agenzia delle Entrate del 24 novembre, è stata ufficializzata la percentuale spettante del contributo a fondo perduto per il superbonus: il 90%. Questa decisione è giunta dopo la chiusura della finestra temporale per presentare domande di finanziamento, avvenuta il 31 ottobre 2023. Solo con questo provvedimento, il Fisco ha comunicato la percentuale di contributo rispetto alle richieste presentate.

superbonus 110

Il contributo a fondo perduto è destinato a coloro che nel 2023 sostengono spese per interventi edilizi detraibili dall’Irpef al 90%, a condizione di trovarsi in particolari condizioni reddituali.

Chi può accedere al Superbonus 90%?

CISA lavori superbonus

Possono accedere a questo finanziamento tutti coloro che beneficiano della detrazione al 90% sul Superbonus 2023, esclusi coloro che ancora usufruiscono dell’aliquota piena al 110%.

Superbonus 90%: cosa dice il decreto a riguardo?

Il decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze del 31 luglio 2023, pubblicato in Gazzetta Ufficiale 198 del 25 agosto, ha stabilito le regole per accedere al fondo indigenti per il Superbonus. Questo fondo è destinato a chi non è in grado di sostenere i lavori di ristrutturazione a causa della riduzione dell’aliquota del superbonus dal 110% al 90%. Il contributo può essere richiesto dai proprietari o titolari di un reale diritto di godimento dell’immobile adibito ad abitazione principale, con un reddito massimo pari a 15.000 euro.

Rimarranno coperte le richieste pervenute fino al 31 Ottobre 2023

Il provvedimento del 24 novembre ha fornito la percentuale di ripartizione del contributo a fondo perduto in base alle richieste pervenute entro il 31 ottobre 2023. La somma erogata coprirà il 100% delle spese richieste da ciascun beneficiario.

Come funziona il fondo per il Superbonus 90%?

mano-che-presenta-casa-modello-per-la-campagna-di-mutuo-per-la-casa

Importante è sottolineare che si tratta di un contributo a fondo perduto, quindi chi lo riceve non è per forza tenuto a restituirlo. La misura è stata attuata per garantire che anche chi non può sostenere il 10% delle spese a suo carico possa beneficiare del superbonus, promuovendo così gli interventi di riqualificazione edilizia.

Lascia un commento