Superbonus 110% cancellato: addio proroga e novità per la cessione del credito

La discussione in Consiglio dei Ministri circa la proroga del Superbonus 110% per le villette non è andata a buon fine, dati gli scarsi risultati raggiunti negli ultimi mesi. Si è aperta la strada invece per quanto riguarda la cessione dei crediti. Vediamo tutte le novità riguardo al Superbonus 110%.

superbonus 110

Il governo ha fatto sentire la propria voce per quanto riguarda eventuali nuove proroghe del Superbonus 110%. La risposta è stata un secco no a qualsiasi proroga, inclusa quella di considerare le villette in questo processo. Il problema principale è la fine dei fondi stanziati, che anche ora non consentono a tutti i beneficiari di ottenere quanto sperato.

Vediamo tutte le altre decisioni del governo nei prossimi paragrafi.

Superbonus 110%: secco no alle proroghe

CISA lavori superbonus

Ogni minima possibilità di vedere delle proroghe per quanto riguarda il Superbonus 110% è stata spazzata via dal governo, che ha fatto sapere che non ve ne sarà alcuna, nemmeno per quanto riguarda le villette. La motivazione principale è il fatto che sono terminati i fondi, che non saranno necessari nemmeno per coprire le richieste dei beneficiari attuali.

Auspicare in una proroga è dunque utopistico, ma vi sono altri settori ove il governo non ha chiuso del tutto le porte, quale ad esempio quello della cessione dei crediti. Approfondiamo insieme la vicenda nel prossimo paragrafo.

Superbonus 110%: qualche spiraglio per la cessione dei crediti

Casa

Mentre da una parte è arrivato il secco no per eventuali proroghe, per quanto riguarda le cessioni dei crediti è rimasto qualche spiraglio. Il nodo del tema delle cessioni è quello di consentire che queste possano essere effettuate anche ad altri istituti al di fuori delle banche. Ad oggi infatti solo queste possono essere cessionarie dei crediti sui bonus edilizi.

Anche se risulta complesso, è possibile che l’esecutivo valuti tale scenario per consentire una ripresa del meccanismo, ad oggi impantanato a causa della fine delle risorse.

Lascia un commento