Superbonus, nuova proroga al 110%: come averlo e fino a quando

L’esecutivo potrebbe prorogare la possibilità  di beneficiare del Superbonus al 110% fino alla fine di giugno. L’ipotesi è stata presentata come emendamento alla commissione Finanze della Camera per la conversione del decreto Cessioni.

Edilizia

Il governo italiano starebbe prendendo in considerazione la proroga del Superbonus, una misura agevolativa per la ristrutturazione edilizia, per le villette unifamiliari dal 31 marzo al 30 giugno, consentendo di usufruire dell’agevolazione ancora nella misura del 110%.

La proroga si aggiungerebbe a quella già definita nel 2022, che aveva fatto slittare la possibilità di beneficiare del bonus al 110% dal 31 dicembre al 31 marzo. Tuttavia, si tratterebbe di una proroga riguardante soltanto i proprietari di villette.

Facciamo chiarezza in merito.

Superbonus 110, proroga per le villette

Edilizia

L’ipotesi di una proroga del Superbonus 110 per le villette, già discusso tra tecnici ed esecutivo, potrebbe essere presentata come emendamento alla commissione Finanze della Camera in sede di conversione del decreto Cessioni.

Proroga al 31 marzo

Nel 2022 era stata già concessa una proroga dal 31 dicembre al 31 marzo per le villette, a condizione che avessero già effettuato almeno il 30% dei lavori previsti entro il 30 settembre 2022. Non è ancora chiaro se questo limite verrà riproposto anche per l’eventuale ulteriore proroga, ma si pensa di sì.

Norma “salva sconti”

Inoltre, si sta lavorando su una soluzione riguardo ai crediti 2022 e alla normasalva sconti“. In particolare, il governo sta cercando di risolvere il caos che ha provocato il ritardo nell’accettazione delle fatture da parte di molti istituti bancari, rendendo impossibile la comunicazione di cessione del credito. Una possibile soluzione potrebbe essere quella di consentire di iscrivere il credito sulla piattaforma dell’Agenzia fin dal momento in cui viene preso in carica dalla banca.

Quando entrerà in vigore la proroga

La proroga del Superbonus potrebbe essere approvata come parte dei prossimi emendamenti al Dl Cessioni, che sono attualmente in esame alla commissione Finanze della Camera.

Lascia un commento