Svolta asili nido: 120 milioni per aumentarne la capienza

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
12/08/2022

Con l’ultima Legge di Bilancio il governo ha deciso di approvare un fondo destinato al miglioramento degli asili italiani. Ora è divenuto operativo il decreto preparato dal Viminale, dal Mef, Istruzione e dal Ministero per il Sud, che ha il compito di distribuire la prima rata messa a disposizione dal fondo. Vediamo a cosa servirà.

Bebè

Il governo, seguendo anche le disposizioni in materia provenienti dall’UE, ha deciso di stanziare un apposito fondo per l’ampliamento della capienza degli asili nido in Italia. Con l’approvazione della prima tranche, il numero di posti a disposizione aumenterà del 10,9%. L’obiettivo finale è quello di avere spazio per accogliere un bambino su tre.

Approfondiamo insieme la vicenda.

Asili nido: via al maxi investimento da 120 milioni

Bebè

Il governo, come detto, ha stanziato un fondo ad hoc per l’ampliamento dei posti negli asili nido. L’investimento statale è di 120 milioni di euro e verrà diviso tra quasi cinque mila Comuni in tutta la Penisola. Si tratta in pratica del 63% dei comuni presenti in Italia e tali investimenti porteranno ad un ampliamento dei posti pari a circa 15.639.

Solo la prima rata del fondo creato servirà per aumentare la capienza di circa 10,9% dei posti attualmente in essere. Si tratta di una prospettiva eccellente, considerando che l’Italia è uno dei paesi messi peggio in Europa. La partecipazione del Ministero per il Sud lascia intendere che molti di questi fondi saranno destinati ai Comuni del Mezzogiorno.

Asili nido: si potranno utilizzare dei voucher per le famiglie?

bebe-gaed2e2621_1920

Vi sono in ballo anche delle novità importanti per quanto riguarda la modalità di fruizione dei servizi degli asili nido. Sarà a capo dei Comuni scegliere in che modo aumentare il ventaglio dei servizi da mettere a disposizione dei cittadini. Le risorse potranno essere trasferite alle famiglie o unioni di Comuni.

Il metodo di trasferimento dei fondi direttamente alle famiglie potrà avvenire utilizzando i voucher. Come detto i 120 milioni sono solo la prima rata di un investimento totale entro il 2027 pari a 1,1 miliardi di euro.