Taglio IVA: le aliquote su assorbenti, bici e mascherine

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
08/12/2021

Si attendeva il via libera dall’UE per confermare ufficialmente la riduzione dell’IVA per molti prodotti di utilizzo quotidiano. Il provvedimento consentirà di abbassare l’IVA al 5% su assorbenti, mascherine e bici. Analizziamo insieme la questione.

Unione, Europea

La normativa comunitaria ha come obiettivo quello di aggiornare la lista di prodotti cui sarà possibile abbassare l’IVA al 5%. A tal proposito sono stati introdotti prodotti come mascherine, assorbenti e biciclette: ma non solo. In linea con quanto previsto dal NextGen UE, vi saranno anche altri prodotti sostenibili e volti alla transizione digitale che avranno il medesimo trattamento.

Nel seguente articolo valuteremo la questione, elencando i prodotti che avranno IVA ridotta al 5%.

Taglio IVA: giù la tampon tax e molti altri prodotti

Assorbenti

Quella della tassazione eccessiva degli assorbenti, che in Italia non rientravano tra i prodotti di prima necessità, è stata una vicenda su cui si è a lungo dibattuto in campo politico e sociale. Sulla bozza della nuova Legge di Bilancio si riporta che la tassazione verrà abbassata dal 22% al 10%, ma con l’introduzione della nuova normativa UE tale percentuale potrà essere ulteriormente ridotta.

Secondo prime indiscrezioni l’aliquota scenderà al 5%, consentendo quindi di poter acquistare tali prodotti a prezzi ridotti. Ma gli assorbenti non sono gli unici prodotti coinvolti: vi sono anche le mascherine sanitarie, le biciclette e le ristrutturazioni.

Taglio IVA: gli obiettivi dell’UE

Inquinamento

Quello della riduzione dell’aliquota dell’IVA è un obiettivo raggiunto da tutti i ministri dell’economia UE, che dopo lunghe trattative sono riusciti a trovare un accordo per portarla al 5%. Paolo Gentiloni accoglie molto positivamente l’accordo raggiunto, affermando “dimostra che se c’è volontà c’è anche un percorso europeo su cui andare avanti”.

Al livello di applicazione, la nuova normativa verrà approvata dall’UE entro Marzo 2022, sarà poi onere degli stati membri recepirla ed applicarla entro il 2024, con l’entrata in vigore definitiva che avverrà nel 2025.

Infine una nota positiva per la lotta all’inquinamento: dal 2030 non sarà possibile tassare con aliquota ridotta prodotti che avranno un impatto negativo sull’ambiente.