Tasse: aumenta la pressione fiscale

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
06/04/2022

Il report ISTAT del 4° trimestre 2021, mostra un netto aumento della pressione fiscale, da sempre considerata un vero e proprio tallone d’Achille per gli italiani. Secondo lo studio infatti questa sarebbe arrivata al 51,8%, salendo di quasi un punto percentuale. Approfondiamo la questione insieme!

tasse calcolo

Non sono incoraggianti i dati sulla pressione fiscale dell’ultimo trimestre del 2021: il report ISTAT mostra infatti come gli italiani stanno pagando sempre più tasse. Il quarto trimestre ha visto l’imposizione fiscale salire fino al 51,8%, ai massimi dal 2014, in crescita dello 0,7% rispetto al terzo trimestre sempre del 2021.

Approfondiamo insieme la questione, cercando di capire perché gli italiani pagano così tante tasse.

Tasse: aumentano le tasse ma anche i redditi imponibili

pagamenti tasse

Come detto, le tasse sono in forte aumento per gli italiani, con l’imposizione fiscale che è salita al 51,8% nel quarto trimestre 2021. Magra consolazione è che sono in crescita anche i redditi disponibili per le famiglie, di una percentuale superiore, pari all’1,3%.

Sono aumentati anche i consumi dell’1,2%, dati che fanno ben sperare per la ripresa economica italiana dopo lo shock della pandemia. Risulta essere in crescita anche la propensione al risparmio, pari all’11,3%, in lieve aumento rispetto al terzo trimestre 2021. Rimane stabile invece il potere d’acquisto delle famiglie italiane, con un aumento dello 0,1%.

Tasse: crollano i profitti delle imprese

Tasse

Oltre all’aumento dell’imposizione fiscale, a destare preoccupazione è il crollo dei profitti delle società italiane. Nel quarto trimestre 2021, la quota di profitto delle imprese italiane si è attestata al 41,6%, confermando il trend in diminuzione dello o,5%. Oltre al netto, diminuisce anche i lordo di gestione, abbassandosi dell’1,3%.

L’ISTAT ha infine approfondito l’andamento del Debito pubblico/PIL, mostrando come questo sia diminuito di ben tre punti percentuali nel quarto trimestre del 2021 rispetto al terzo trimestre. A traghettare questo valore è il saldo corrente delle Amministrazioni Pubbliche, in aumento del 3,1% rispetto al PIL.