Tasse: taglio al cuneo fiscale?

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
26/06/2022

Il Presidente di Confindustria ha fatto sentire la sua voce per quanto riguarda il cuneo fiscale: l’imposizione fiscale sugli stipendi in Italia è molto elevata e tagliando il cuneo gli italiani avrebbero quasi un mese di stipendio in più all’anno. Approfondiamo la questione e vediamo quanto ci guadagnerebbero i lavoratori.

1280px-Confindustria.svg

Si avvicina l’incontro tra le parti della maggioranza per discutere dell’eventuale taglio al cuneo fiscale, promesso ormai da tempo agli italiani. Questo consentirebbe di avere entrate maggiori per i lavoratori, andando così a garantire un tenore di vita dignitoso. Il Presidente di Confindustria Bonomi, dopo aver incontrato i leader dei principali partiti, si ritiene fiducioso sul fatto che questo possa avvenire.

Cuneo fiscale: i dati preoccupano

concentrated-partners-using-laptop-working-with-documents-confident-serious-businesspeople-office-suits-discussing-company-project-together-management-business-partnership-concept-min

Bonomi ha spiegato che i dati italiani sul cuneo fiscale sono preoccupanti e che è necessario intervenire in maniera ottimale per risolvere la questione. A preoccupare sono le misurazioni sulla crescita economia dell’Italia: “quando il Centro studi Confindustria ha rivisto al ribasso, dal 4 al 2%, la crescita di quest’anno ci hanno definito catastrofisti. Ora le stime del Def, della Banca d’Italia, del Fmi, sono allineate alle nostre. Senza le riforme, il Paese è fermo”.

La decrescita attuale dei paesi UE prosegue ad un ritmo più veloce rispetto a quella statunitense, e all’interno dell’Europa vi sono paesi come Italia e Germania che sono rallentate di più.

Bonomi: serve un Pese più moderno

Lavoro

Il Presidente Confindustria in seguito elenca quelle che secondo lui sono state le scelte sbagliate dei governi che si sono succeduti in questa legislatura. Una è quella relativa all‘attuare dei bonus a pioggia, in modo da destabilizzare le spese totali dell’Italia. Alcuni di questi poi si stanno rivelando dei fallimenti.

In seguito Bonomi ha parlato dei suoi stretti dialoghi con i leader dei partiti politici, tuti riguardanti la necessità di intervenire per abbassare il cuneo fiscale in Italia. Il presidente si è detto entusiasta delle loro parole e si mostra quindi fiducioso che negli incontri della prossima settimana si possa arrivare ad un accordo.