Teleriscaldamento: cos’è e come funziona?

Tra la moltitudine di modi utilizzabili per riscaldare casa torviamo quello del teleriscaldamento. Quanto conviene questo metodo? Ecco cos’è e come funziona.

Teleriscaldamento: di cosa si tratta?

Per chi è alla ricerca di un modo per riscaldare la propria abitazione si trova di fronte a moltissimi metodi e strumenti. Uno tra questi è il teleriscaldamento. Il teleriscaldamento sta venendo promosso come un’innovazione, ma va detto che nasce nella seconda metà dell’ottocento principalmente tra il Nord Europa e l’America settentrionale. In Italia è giunto molto più tardi, coinvolgendo aree molto fredde in inverno come le regioni del nord. Questa modalità è considerata piuttosto conveniente considerati i costi di gestione, risparmio energetico e spazio. Infatti è in aumento il numero di italiani che scelgono il teleriscaldamento, soprattutto a seguito di informazioni che incentivavano al suo utilizzo per risparmiare. Ma che cos’è il teleriscaldamento e come funziona?

Che cos’è il teleriscaldamento?

banconote-money-euro

Per teleriscaldamento si intende un sistema di riscaldamento a distanza. Il calore infatti arriva grazie ad un districarsi di tubi isolati che trasportano il calore sottoforma di acqua calda o vapore. L’acqua calda viene prodotta da diverse fonti come biomasse o energia solare, oppure attraverso il recupero di calore altrimenti disperso come attività industriali.

Questo sistema è circolare perché l’acqua calda, che ha temperature variabili tra gli 80°C ai 130°C viene trasportata all’interno delle abitazioni attraverso dei tubi ed esce da queste, ormai fredda, per ritornare all’interno del sistema di riscaldamento.

Descriviamo in breve il ciclo vitale di questo sistema:

  • all’interno delle centrali viene riscaldata l’acqua;
  • l’acqua viene trasportata, tramite delle tubature, fino agli edifici;
  • l’acqua riscalda le abitazioni tramite il calore dell’acqua;
  • una volta raffreddata rientra alla centrale per essere riportata a temperatura e il ciclo ricomincia.

Il teleriscaldamento è conveniente?

Termosifoni

In generale i pro e i contro dipendono moltissimo dall’utilizzo che si fa. E’ vero che il teleriscaldamento è stato fin da subito presentato come quel sistema capace di:

  • ridurre le emissioni inquinant;
  • di far risparmiare sulla manutenzione;
  • di ridurre l’ingombro della caldaia.

Nel corso della crisi energetica negli ultimi mesi sono però emersi casi di bollette triplicate per il teleriscaldamento. Infatti la maggior parte di questo calore viene prodotta da centrali a gas. In poche parole in Italia quest’anno il calore generato con questo sistema costa quanto o più degli altri sistemi di riscaldamento. La legge di Bilancio 2023 ha inserito un’agevolazione per intervenire sul problema, ovvero la riduzione dell’Iva dal 22% al 5% per quanto riguarda il teleriscaldamento.