Trasporti pubblici 2023: costi record per i consumatori

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
05/01/2023

Dopo gli annunci dell’aumento del costo dell’Autostrada e dei carburanti, che hanno subito pesato sugli italiani nel 2023, ad aumentare saranno anche i prezzi dei biglietti dell’autobus. Assoutenti avvisa che gli aumenti saranno inevitabili e che gli italiani dovranno farsi trovare pronti. Approfondiamo insieme la questione nel seguente articolo.

Autobus

Aumenta il costo dei biglietti dell’autobus: in alcune città, come ad esempio Napoli, il biglietto è già salito da qualche mese da 1 euro a 1,20 euro. A Milano il biglietto dal 9 gennaio costerà 2,20 euro, con un aumento di 20 centesimi. A Parma l’aumento è di 10 centesimi con il costo del biglietto di corsa semplice che passa da 1,50 euro a 1,60 euro.

Sarà così praticamente in tutte le città italiane. Vediamo la mappa dei rincari utilizzando i dati di Assoutenti.

Rincari: più costi per i trasporti

Benzina

Come abbiamo visto, il 2023 è iniziato sotto il segno dei rincari, sia per quanto riguarda i carburanti e l’energia, ma anche per quanto riguarda i pedaggi autostradali e i trasporti. Ad essere aumentati subito sono stati i biglietti dell’autobus. Vuoi per le maggiori tasse e anche per i maggiori costi per i carburanti, l’aumento del prezzo sembrava inevitabile, in particolare senza alcun aiuto del governo.

Pesa di gran lunga l’addio al taglio delle accise sui carburanti: il prezzo era finalmente ornato su livelli accettabili, ma gli italiani si sono svegliati nel 2023 con il prezzo cresciuto di almeno 20 centesimi.

Rincari: quanto si spenderà di più all’anno?

Benzina

Vediamo ora cosa dicono le stime sulla spesa per il nuovo anno. Senza lo sconto sulle accise per i carburanti gli italiani spenderanno circa 366 euro in più nel 2023. Questi sono i dati riportati da Assoutenti, che ovviamente possono variare da contribuente a contribuente.

L’ipotesi è quella che il prezzo rimanga sui livelli attuali e che ogni famiglia faccia circa due pieni al mese. Si tratta di stime verosimili, che lasciano interdetti sul mancato intervento del governo in Legge di Bilancio.