Trasporto bloccati: economia vicina al collasso?

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
16/06/2022

I trasporti stanno attraversando uno dei momenti peggiori della storia, con le aziende che stanno faticando molto a consegnare o ricevere la merce necessaria per il business. Questi ritardi e disservizi potrebbero creare dei grandi problemi all’economia: approfondiamo insieme la questione.

Trasporto, Merci

Il sistema dei trasporti italiano è prossimo al collasso, rischiando di creare un effetto domino su ampia scala che affosserebbe ancor di più l’economia italiana. Le imprese più colpite sono quelle che hanno come business principale l’export. Le esportazioni sono ai minimi termini, dunque effettuare spedizioni anche verso l’estero è diventata una sfida.

Tutto questo è dovuto all’aumento dei prezzi dei carburanti e del noleggio dei moli per le navi, che hanno raggiunto prezzi altissimi.

Trasporti: disagi su gomma e su rotaie

Camion

Quali sono le tipologie di trasporto che stanno accusando di più la situazione attuale? Ad essere più colpito è il trasporto su gomma e il via terra in generale. Il principale problema per l’Italia è che vi sono degli enormi disagi sulle strade e sulle ferrovie, in quanto queste si sono dimostrate inadeguate alla crescita della domanda del periodo post pandemia.

Dal 2020 la domanda sta crescendo del 3% ogni anno, e con quest’aumento crescono anche i disagi ed i disservizi per le imprese che faticano a trasportare e ad ottenere la merce. Questo è un grande problema per il nostro paese, in quanto oltre l’80% del trasporto è su gomma.

Trasporti: i valichi sono in tilt

energia rinnovabile aziende it

Ad essere più colpite sono ovviamente le zone di frontiera, situate al Nord Italia. Gli scambi commerciali tra l’Italia e la Germania e la Francia sono molto rilevanti, al punto che le strade si stanno intasando sempre di più. A soffrire particolarmente è il Brennero, a causa dello stop alla circolazione dei tir in Tirolo.

La merce è costretta a transitare via rotaie, ma questo non è affatto efficiente, infatti i ritardi nelle consegne sono moltissimi al punto da richiedere un intervento statale.