Turismo, nuovi aiuti alle imprese: importi e a chi spettano

Luca Paolucci
  • Esperto di: Politica, Economia e Detrazioni Fiscali
13/08/2021

Il ministro del Turismo Massimo Garavaglia ha firmato due decreti contenenti una nuova serie di aiuti per le imprese ricettive maggiormente colpite dalla pandemia. Vediamo insieme di quali cifre si parla e quali sono le categorie che potranno beneficiarne.

garavaglia_lega_viceministro_economia_lapresse_2019

In arrivo una nuova pioggia di aiuti per le imprese del turismo duramente colpite dalla pandemia da Covid-19.

L’ufficialità arriva dal ministro Massimo Garavaglia, che ha firmato due decreti che stanziano ulteriori 400 milioni di euro per le categorie operanti in questo settore.

Vediamo nel dettaglio a chi sono destinate e come verrebbero ripartite le risorse.

Pronti nuovi aiuti per il settore del turismo

Massimo-Garavaglia

Il ministro Massimo Garavaglia ha firmato due decreti che dispongono una nuova serie di aiuti per le imprese del Turismo maggiormente colpite dalla pandemia.

I provvedimenti, che stanziano 400 milioni di euro, sono rivolti a:

  • imprese turistico-ricettive;
  • agenzie di viaggio e tour operator;
  • guide turistiche;
  • autobus scoperti;
  • agenzie di animazione;
  • enti gestori di grotte e siti speleologici.

Come verranno ripartite le risorse?

money-1005479_1920

Le risorse stanziate dai due nuovi decreti firmati dal ministro Garavaglia dovrebbero essere ripartite nel seguente modo:

  • 200 milioni di euro alle imprese turistico-ricettive;
  • 32 milioni di euro alle agenzie di viaggio e ai tour operator (a cui si vanno ad aggiungere 128.710.774 euro relativi al 2020, per un totale di 160.710.774);
  • 25.760.000 di euro alle guide turistiche e agli accompagnatori turistici (con la possibilità di presentare domanda anche a chi non aveva partecipato alla prima ondata di aiuti);
  • 10 milioni di euro alle agenzie di animazione per feste e villaggi turistici;
  • 2 milioni di euro alle imprese esercenti attività di autobus scoperti, a cui si vanno ad aggiungere 5 milioni relativi al 2020, per un totale di 7 milioni di euro;
  • 2 milioni di euro agli enti gestori a fini turistici di siti speleologici e grotte.

Come specificato nei due decreti, i pagamenti verranno erogati automaticamente tramite accredito sui conti correnti dei soggetti beneficiari.