UE: Apple si dovrà adeguare ai caricatori universali

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
08/06/2022

Giornata importantissima sul fronte delibere UE, che dopo aver seriamente ipotecato la legge sul salario minimo, si riempie anche dell’obbligo verso Apple di adeguarsi ai caricatori universali. Il tipo-C diventerà il caricatore universale di tutti i dispositivi all’interno dell’UE.

apple-breve-pagare-wikipedia-informazioni-prese-siri-v3-505570-1280×960

E’ ormai cosa fatta l’obbligo per le aziende produttrici di dispositivi elettronici, cellulari in particolare, di dover utilizzare come caricatore universale esclusivamente quello di tipo-C. Questo è il contenuto della nuova disposizione UE in materia, che prevede dunque l’obbligo di utilizzare un’unica tipologia di caricatore: tale normativa andrà a svantaggio del colosso statunitense Apple.

Approfondiamo la questione insieme, cercando di capire quali saranno gli scenari futuri delle aziende high-tech.

Obbligo caricatore tipo-C: ecco la lista dei dispositivi coinvolti

close-up-male-hands-using-smartphone

Vediamo nel dettaglio quali saranno i dispositivi che avranno l’obbligo di avere il caricatore di tipo-C come unica fonte di ricarica, per i Paesi Membri dell’Unione Europea. In primis ad essere coinvolti sono i telefonini, il dispositivo più diffuso dovrà essere ricaricato esclusivamente con il caricatore di tipo-C. Oltre a questi vi sono tablet, e-reader, auricolari, fotocamere digitali, cuffie e auricolari, console per videogiochi portatili e altoparlanti portatili.

La norma è così orientata in particolare per garantire la medesima velocità di ricarica per tutti i dispositivi coinvolti, purché ovviamente sia compatibile.

Nuova legge sui caricatori: quando entrerà in vigore?

Phone battery charge status flat symbols set

La nuova legge è stata discussa ed approvata, ora sono necessari esclusivamente i tempi tecnici affinché questa venga messa in atto. La normativa entrerà in vigore 20 giorni dopo la pubblicazione e quanto previsto, avrà valenza normativa esclusivamente dopo 24 mesi, dunque a partire dall’autunno 2024.

Tutti i nuovi dispositivi prodotti a partire da quella data dovranno essere dotati dell’entrata destinata al caricatore di tipo C, mentre nulla è disposto per quelli prodotti prima. Delle big-tech, a subire le conseguenze peggiori sarà Apple, con la necessaria riconversione di tutti i suoi prodotti all’accesso di tipo C.