Bonus fotovoltaico: quanto vale, come chiederlo e quando arriva

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
14/11/2022

L’Italia è famosa per avere tanti bonus nel proprio ordinamento, in particolare quelli volti alla transizione ecologica. A partire da Marzo 2023 sarà infatti possibile richiedere il bonus fotovoltaico per le imprese e per le famiglie italiane. Vediamo nel seguente articolo come funziona e come sarà possibile ottenerlo.

FOTOVOLTAICO

Una delle soluzioni migliori contro il caro bollette, che strizza anche l’occhio all’ambiente, è quella di utilizzare i pannelli fotovoltaici. Ovviamente bisogna averne la possibilità, sia fisica che economica oltre che regolamentare. Il risparmio è garantito, in quanto con i pannelli si dovrà pagare solo una bolletta da 500 euro annuale, di gran lunga inferiore alla spesa totale con i prezzi delle bollette di adesso.

Come si richiede e come funziona il bonus fotovoltaico?

Bonus fotovoltaico: come funziona?

Fotovoltaico

Iniziamo approfondendo come funziona il bonus fotovoltaico che sarà in vigore a partire da Marzo 2023. Il bonus è previsto dall’Agenzia delle Entrate e si focalizza su un sistema di accumulo dell’energia di un impianto di energie rinnovabili, come ad esempio i sistemi fotovoltaici.

La misura è prevista all’interno della Legge di Bilancio 2022 e i fondi stanziati sono pari a 3 milioni di euro circa. La percentuale di sconto sui pannelli dipenderà dal numero di richiedenti. Si tratta dunque di una grande opportunità da cogliere per chi ha intenzione di apporre i pannelli fotovoltaici.

Bonus fotovoltaico: come richiederlo?

Pannelli, Solari

Cerchiamo di capire ora come fare richiesta per ottenere il bonus fotovoltaico 2023. La domanda va inderogabilmente presentata entro il 30 Marzo 2023. Questa potrà essere inserita a partire dal 1° marzo 2023 e solo attraverso la modalità di compilazione e invio telematico presso l’apposita piattaforma predisposta dall’Agenzia delle Entrate.

L’agevolazione sarà erogato in seguito alla revisione della domanda presentata, ma già a partire dal quinto giorno dall’invio si avrà la risposta sull’effettiva idoneità al bonus. Verrà infatti rilasciata una ricevuta che attesterà la presa in carico della domanda, oltre le modalità di utilizzo, con la scritta “idoneo” o i motivi dell’esclusione.