Viaggiare all’estero evitando frodi online

I cybercriminali stanno facendo affari mentre molti vanno in vacanza. Attenzione alle truffe informatiche a danno dei turisti nelle località di villeggiatura. Il rischio maggiore è rappresentato dagli Internet Café, protetti poco e male. Firewall e backup i consigli degli esperti.

notebooks-569121_1920

Per molte località l’industria del turismo è la principale fonte di guadagno. Ma i venditori di souvenir, i ristoranti e i nightclub non sono gli unici a fare i soldi con il denaro dei turisti.

Anche i criminali online, infatti, fanno affari durante le vacanze estive. G DATA, azienda tedesca esperta di sicurezza informatica, ricorda agli utenti che bisogna fare molta attenzione ai propri dati personali anche quando si è in villeggiatura.

Controllare il proprio conto bancario, prenotare voli negli Internet Café con carta di credito o utilizzare reti Internet non protette può rovinare la vacanza una volta che si fa ritorno a casa.


Leggi anche: Carlo Ruta: esiste la libertà d’informazione in Italia?

Turismo e sicurezza dei dati

people-2344401

Il rischio maggiore per i viaggiatori è rappresentato dagli Internet Café, protetti poco e male. I PC che qui vengono utilizzati sono spesso infettati da malware in grado di inviare direttamente ai criminali online i dati personali utilizzati.

Ralf Benzmüller, responsabile di G DATA Security Labs, dà i suoi consigli:

“I computer accessibili al pubblico negli Internet café, hotel e aeroporti sono di solito protetti in maniera insufficiente con software antivirus. Quindi esiste un alto rischio che tali postazioni siano infettate con spyware o altro malware. Se si controlla il proprio conto bancario da qui mentre si è in vacanza, i propri dati di accesso possono facilmente finire nelle mani dei criminali. Naturalmente, lo stesso rischio è presente per chi acquista online con carta di credito.”

Pericoli ci sono anche per tutti quegli utenti che non viaggiano mai senza il proprio notebook. In questo caso, il pericolo maggiore è rappresentato dalle WLAN non sicure.

L’intero traffico di dati può infatti essere intercettato facilmente. Perfino quando si usano connessioni sicure sarebbe opportuno utilizzare una suite di sicurezza con un potente firewall.

Per limitare i danni qualora il proprio computer fosse rubato, è raccomandato anche di criptare i propri dati e di fare un backup prima di partire per le ferie.

Sette suggerimenti per viaggiare in sicurezza

airport-3511342_1920

Sette suggerimenti per i viaggiatori:

  1. Evitare di fare online banking e shopping via Internet presso gli Internet Cafe o, più in generale, su ogni postazione PC pubblica.
  2. Dopo aver utilizzato PC presenti in Internet Cafe o comunque di pubblico dominio, cancellare i dati temporanei nel browser, la cronologia e i cookies.
  3. Non dimenticare di effettuare il log off se ci si è registrati su qualche sito, altrimenti il prossimo utente potrebbe accedere allo stesso account.
  4. Per mandare cartoline e saluti dal luogo di vacanza sarebbe opportuno creare un account e-mail dedicato così, se i dati di accesso venissero rubati, non ci sarebbero problemi per la corrispondenza di altro genere.
  5. Se si utilizzano degli hot spots o le connessioni interne degli hotel tramite il proprio notebook, è necessario utilizzare una adeguata protezione antivirus e un buon firewall.
  6. Come alternativa alle WLAN si consiglia l’utilizzo di card UMTS che, sebbene più costose, sono più sicure e presentano meno rischi.
  7. Per gli utilizzatori di notebook si raccomanda di criptare tutti i dati più importanti presenti su Hard Disk e fare un backup prima di partire per le vacanze.


Potrebbe interessarti: Tecnologie green: 7 buoni motivi per sceglierle

Luca Paolucci
Laurea in Economia e Management
Laureando in Management Internazionale
Suggerisci una modifica