Voucher lavoro 2023: come funzionano e novità

Rachele Luttazi
  • Esperta in welfare e bonus
  • Laurea Magistrale in Economia dell'Ambiente e della Cultura
18/01/2023

La Legge di Bilancio è intervenuta in merito ai voucher lavoro, che a partire da quest’anno saranno soggetti ad alcune novità. Vediamo insieme cosa cambia dal 2023.

money-2

Anche nel 2023 sarà possibile usufruire dei voucher lavoro, i quali però sono stati modificati rispetto alla versione passata. Infatti, a partire da quest’anno, sono stati eliminati i limiti per settori come quello turistico e per le prestazioni stagionali nel campo agricolo è stata introdotta una nuova disciplina.

Un’ulteriore modifica riguarda il valore massimo dei voucher lavoro, il quale è stato raddoppiato. Infatti, una persona fisica o un’impresa può infatti ricorrere al contratto di prestazione occasionale e al Libretto di Famiglia per un tetto massimo di buoni lavoro di 10.000 euro.

Vediamo insieme nel dettaglio.

Voucher lavoro: come cambiano nel 2023

money-1-min

La disciplina relativa ai voucher lavoro è stata modificata dalla Legge di Bilancio 2023. I voucher sono stati introdotti nel 2003 e nel 2015 erano passati da 2 milioni a 134 milioni, per poi subire un brutto crollo nel 2017, con la digitalizzazione e l’abbandono del voucher cartaceo.

Le novità previste dalla Legge di Bilancio

La Manovra ha aumentato il numero massimo di dipendenti a tempo indeterminato per cui un’azienda può ricorre ai buoni da 5 a 10 e ha anche esteso il loro utilizzo anche nel settore dell’intrattenimento per attività con codice ATECO 93.29.1 (discoteche, night club).

Le novità in ambito agricolo non riguarderanno l’ampliamento della platea di lavoratori, che coinvolgerà soltanto studenti under 25, pensionati, percettori di reddito e disoccupati e detenuti (sia in semilibertà che internati ammessi al lavoro esterno).

Durata, requisiti e compenso

La dura del lavoro a tempo determinato subordinato occasionale deve essere inferiore a 45 giorni effettivi, anche se il rapporto di lavoro può comunque durare fino a 12 mesi.

La condizione per fare riferimento a questa attività di natura stagionale è non avere avuto alcun tipo di rapporto lavorativo ordinario subordinato nei tre anni precedenti (pensionati esclusi). Inoltre, è previsto un compenso minimo pari a tre ore lavorative, anche con una durata inferiore della prestazione.

Sanzioni e settori esclusi

Le sanzioni per le violazioni vanno dai 500 euro ai 2.500 euro e attualmente non sono stati menzionati i settori lavorativi esclusi, come quello dell’edilizia e affini, appalti di opere e servizi, che restano quindi ancora impossibilitati all’utilizzo dei voucher.