Bonus Caldaia 2024: come chiedere il bonus e guida alla sostituzione

Sostituire la propria caldaia non solo migliora l’efficienza energetica dell’abitazione ma può anche essere economicamente vantaggioso grazie agli aiuti statali disponibili. Ecco come navigare tra i requisiti e le procedure per richiedere il bonus caldaia, che offre un incentivo economico fino a 5.000 euro.

Contesto Normativo del caldaia per il 2024

L’imminente approvazione a livello europeo di una direttiva sulle abitazioni sostenibili potrebbe comportare per i proprietari di immobili oneri significativi per adeguarsi agli standard green. Si stima che le ristrutturazioni necessarie per rendere gli edifici meno inquinanti possano variare dai 10.000 ai 60.000 euro per unità, con un impatto complessivo che potrebbe raggiungere i 270 miliardi di euro.

Risparmio energetico e requisiti per il bonus

L’obiettivo è ridurre le emissioni degli edifici, che rappresentano il 36% del totale in Europa, attraverso un miglioramento dell’efficienza energetica. La sostituzione delle caldaie con modelli più efficienti è uno degli interventi più semplici ed efficaci. Le nuove caldaie dovranno appartenere almeno alla classe energetica A.

Costi e scenari di sostituzione

Il costo per la sostituzione di una caldaia varia a seconda dell’intervento necessario e del tipo di edificio. Si stima che il costo possa raggiungere i 16.000 euro per l’installazione di un modello di nuova generazione.

Incentivi Disponibili

Il bonus caldaia offre detrazioni fiscali dal 50% al 65% o uno sconto immediato attraverso la cessione del credito e lo sconto in fattura, applicabili a condizione che l’acquisto o la sostituzione sia avvenuta entro il 17 febbraio 2023. Questi incentivi sono disponibili attraverso:

  • Bonus Mobili ed Elettrodomestici: Detrazione del 50% con un massimo di 5.000 euro di spesa.
  • Bonus Ristrutturazione 2024: Detrazione del 50% fino a 96.000 euro di spesa.
  • Ecobonus: Detrazione del 65% per l’installazione di caldaie a condensazione di classe energetica A, con l’aggiunta di sistemi di termoregolazione evoluti.

Procedura per la domanda bonus caldadia 2024

Le agevolazioni possono essere richieste:

  • Nella dichiarazione dei redditi, suddividendo l’importo detraibile in 10 quote annuali.
  • Attraverso lo sconto immediato in fattura per interventi antecedenti al 17 febbraio 2023, pagando con bonifico.
  • Convertendo in credito d’imposta cedibile, per gli interventi effettuati prima del 17 febbraio 2023.

Nuovi incentivi per il 2024

Sono attesi nuovi incentivi per il cambio caldaia nell’ambito di interventi “trainanti”. Un decreto atteso potrebbe estendere l’Ecobonus fino al 110% per i redditi fino a 15.000 euro, con ulteriori aiuti previsti nel 2025 per l’efficientamento energetico, con una detrazione attorno al 90%.

Cambiare la caldaia può quindi essere un investimento conveniente e sostenibile, grazie ai numerosi incentivi disponibili e ai futuri sviluppi normativi.