Canone Rai: scadenze importanti per il 31 Gennaio 2024

Nel 2024, il canone Rai, la tassa per l’abbonamento televisivo per uso privato in Italia, vedrà una riduzione del suo importo. Grazie alle disposizioni della legge di bilancio del governo Meloni, il canone passa da 90 euro a 70 euro. Nonostante questa riduzione, è fondamentale prestare attenzione alle scadenze di pagamento che rimangono fissate al 31 gennaio di ogni anno.

Riduzione del Canone e Scadenza Pagamento

Nel 2024, il canone Rai, la tassa per l’abbonamento televisivo per uso privato in Italia, vedrà una riduzione del suo importo. Grazie alle disposizioni della legge di bilancio del governo Meloni, il canone passa da 90 euro a 70 euro. Nonostante questa riduzione, è fondamentale prestare attenzione alle scadenze di pagamento che rimangono fissate al 31 gennaio di ogni anno.

Modalità di Pagamento del Canone

Per chi ha scelto l’addebito automatico sulla bolletta dell’elettricità o sulla pensione, il processo di pagamento non subisce variazioni. La somma da corrispondere verrà inclusa nella fattura dell’energia elettrica o trattenuta dall’assegno previdenziale, e spetterà ai fornitori energetici o all’INPS (o altro ente incaricato) adeguare l’importo del canone da pagare.

Opzioni di versamento e dichiarazione di non detenzione

Il versamento del canone Rai può essere eseguito in un’unica soluzione di 70,00 euro o ripartito in due rate semestrali da 35,73 euro ciascuna (entro il 31 gennaio e il 31 luglio) oppure in quattro rate trimestrali da 18,62 euro ciascuna (entro il 31 gennaio, il 30 aprile, il 31 luglio e il 31 ottobre).

Inoltre, entro il 31 gennaio è necessario presentare la dichiarazione sostitutiva per coloro che non possiedono un apparecchio televisivo e quindi non sono soggetti al pagamento del canone Rai. Questa dichiarazione può essere compilata accedendo al sito dell’Agenzia delle Entrate.

Canone Rai e modello F24

Chi sceglie di non addebitare il canone sulla bolletta elettrica o sulla pensione deve procedere al pagamento autonomamente. È obbligatorio effettuare il pagamento entro il 31 gennaio 2024 utilizzando il modello F24, indicando il codice tributo TVRI. Si può optare per il pagamento dell’intero importo annuale o per la prima rata.

Esenzioni dal pagamento del canone

Alcune categorie di persone sono esentate dal pagamento del canone. Questo include individui che non possiedono una televisione o un computer, nonostante abbiano un contratto di fornitura elettrica. Questi soggetti possono comunicare il proprio esonero attraverso una dichiarazione sostitutiva disponibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

Altre categorie esenti comprendono gli anziani oltre i 75 anni con un reddito familiare inferiore a 8.000 euro, agenti diplomatici, funzionari consolari, e militari non italiani.

Attenzione alle sanzioni

È importante sottolineare che il mancato pagamento del canone entro la data del 31 gennaio potrebbe portare all’addebito di una somma maggiorata e all’applicazione di eventuali sanzioni previste dalla legge. Pertanto, è consigliabile verificare con attenzione le scadenze per evitare spiacevoli sorprese.