Pagamenti in arrivo per l’Assegno Unico 2024: calendario e aumenti previsti

L’Assegno Unico 2024 è in arrivo per sostenere le famiglie italiane con figli a carico. L’Inps ha recentemente rivelato le date di pagamento e fornito dettagli sulle nuove normative e sugli aumenti previsti.

Calendario dei Pagamenti

Dettagli sulle Date di Accredito

Le famiglie possono attendersi i pagamenti dell’Assegno Unico e Universale nell’ultima settimana del mese successivo alla presentazione della domanda. Per i primi sei mesi del 2024, le date di pagamento sono le seguenti:

  • 17, 18, 19 gennaio
  • 16, 19, 20 febbraio
  • 18, 19, 20 marzo
  • 17, 18, 19 aprile
  • 15, 16, 17 maggio
  • 17, 18, 19 giugno

Rinnovo automatico delle domande

Gestione delle variazioni familiari

Le domande già presentate per l’Assegno Unico e Universale rimangono valide per gli anni successivi. Tuttavia, è importante che gli utenti comunichino eventuali cambiamenti, come la nascita di un nuovo figlio, per assicurare l’accuratezza delle informazioni fornite.

Nuove regolamentazioni e importi aggiornati

Presentazione della Dichiarazione Sostitutiva Unica

A partire dal 2024, per determinare l’importo dell’Assegno Unico e Universale sarà necessario presentare una nuova Dichiarazione Sostitutiva Unica (Dsu). Senza un Isee aggiornato, l’importo verrà calcolato secondo gli importi minimi stabiliti dalla normativa a partire da marzo 2024.

Scaglioni di ISEE e nuovi importi

Le famiglie con figli a carico beneficeranno di un aumento degli assegni del 5,4%, influenzando circa 5,6 milioni di nuclei familiari. Gli importi verranno calcolati in base alle nuove soglie Isee, che riflettono le condizioni economiche delle famiglie.

Nuove Soglie ISEE e importi massimi

Dettagli sugli Importi in base all’Isee

Con l’introduzione dei nuovi criteri di rivalutazione, si assiste a una leggera modifica delle soglie Isee. Ad esempio:

  • Importo minimo: 57,2 euro al mese per chi ha un Isee oltre 45.575 euro.
  • Importo massimo: 199,4 euro al mese per chi ha un Isee fino a 17.090 euro.

Aggiornamento dell’Isee

Importanza dell’aggiornamento per ricevere l’Importo Corretto

Chi beneficia di un assegno superiore alla quota minima deve aggiornare l’Isee. Non presentare la Dsu entro il 30 giugno 2024 potrebbe comportare adeguamenti degli importi già erogati e la corresponsione degli arretrati.

Incremento del Contributo

Variazione Percentuale dell’Aumento

Le famiglie con figli a carico vedranno un incremento del 5,4% nei loro assegni, una differenza rispetto all’8,15% dell’anno precedente. Questa variazione ris ponde a una nuova politica fiscale, riflettendo gli sforzi continui del governo per supportare le famiglie in un contesto economico in evoluzione.

In conclusione, con il 2024 si apre un nuovo capitolo per l’Assegno Unico in Italia. Le famiglie possono aspettarsi non solo pagamenti tempestivi ma anche un incremento significativo degli importi. È fondamentale che gli utenti rimangano informati sulle nuove regolamentazioni, aggiornino tempestivamente la loro situazione Isee e si adeguino alle nuove normative per garantire il massimo beneficio da questo sostegno governativo.