Rimborsi 730 e pensione 2024: ecco quando arriverano i soldi

Ogni anno, milioni di pensionati italiani si chiedono quando vedranno accreditati i rimborsi derivanti dalla dichiarazione dei redditi sul loro cedolino della pensione. Ecco una guida completa sulle tempistiche e le modalità per ricevere il rimborso 730 direttamente sul cedolino pensionistico.

Quando arrivano i rimborsi 730 con la pensione?

I rimborsi IRPEF relativi alla dichiarazione dei redditi tramite il modello 730/2024 saranno erogati con la pensione del mese di agosto. Tuttavia, bisogna tenere presente che esiste un limite massimo di rimborso di 4.000 euro. L’Agenzia delle Entrate può sospendere l’erogazione del rimborso per un periodo massimo di sei mesi per effettuare controlli preventivi sulla dichiarazione, qualora emergano elementi di incoerenza.

Processo di controllo e verifica della dichiarazione

Se l’Agenzia delle Entrate rileva significative discrepanze tra i dati in suo possesso e le informazioni fornite nella dichiarazione, invierà una comunicazione per richiedere la verifica dell’esattezza dei dati inseriti o modificati. Durante questo periodo, l’erogazione del rimborso IRPEF sarà sospesa. Una volta confermata la correttezza dei dati dichiarati, il rimborso sarà concesso.

Tempistiche di accredito dei soldi

I conguagli IRPEF vengono solitamente effettuati a distanza di circa due mesi dalla presentazione della dichiarazione dei redditi. L’INPS elabora i primi conguagli IRPEF a luglio per coloro che presentano il modello 730 a giugno, procedendo al pagamento con la pensione di agosto. Lo stesso processo avviene a settembre per chi presenta la dichiarazione dei redditi a luglio, e così via fino alla fine dell’anno.

Come evitare ritardi nei rimborsi del 730

Per evitare ritardi nei rimborsi, è fondamentale che i pensionati presentino dichiarazioni dei redditi accurate e senza discrepanze significative. Gli errori più comuni riguardano le spese sanitarie, che devono essere correttamente inserite e supportate dalla documentazione appropriata. Grazie al sistema tessera sanitaria (TS), molte di queste spese vengono automaticamente inserite, riducendo il rischio di errori.