Superbonus Cappotto termico 2024 e 2025: rimborso fiscale del 70%

L’anno 2024 segna una svolta significativa per i proprietari di immobili interessati a migliorare l’efficienza energetica delle proprie abitazioni. Grazie agli incentivi fiscali introdotti, realizzare un cappotto termico per la propria casa non è mai stato così conveniente. Vediamo insieme come sfruttare al meglio queste opportunità.

Un incentivo al risparmio

Il Superbonus cappotto termico emerge come uno degli incentivi più vantaggiosi per il 2024, offrendo la possibilità di isolare termicamente l’involucro dell’edificio e accedere a un rimborso fiscale del 70% fino al 31 dicembre 2024. L’agevolazione si estenderà, con una lieve modifica, fino al 31 dicembre 2025, con un rimborso del 65%.

Requisiti e tetto di spesa per

Per gli edifici composti da 2 a 8 unità immobiliari, il tetto di spesa ammissibile al Superbonus si attesta su 40.000 euro per unità, mentre per quelli con più di 8 unità, il limite scende a 30.000 euro per unità. Questa agevolazione è rivolta esclusivamente alle persone fisiche, escludendo chi svolge attività di impresa, arte o professione.

Modalità di drizione del bonus

Diversamente dal passato, il Superbonus non può essere fruito tramite sconto in fattura o cessione del credito, ma unicamente come detrazione Irpef suddivisa in 4 rate annuali di pari importo.

L’Ecobonus: valida alternativa

Un’opzione flessibile

Parallelamente al Superbonus, l’Ecobonus rappresenta un’ulteriore detrazione per l’efficientamento energetico degli edifici, con un’aliquota variabile e applicabile fino al 31 dicembre 2024. Gli interventi sulle parti comuni degli edifici che impattano almeno il 25% dell’involucro beneficiano di un’aliquota del 70%, che può salire al 75% se si raggiunge la qualità media prevista dalla normativa vigente.

Tetto di spesa

Anche per l’Ecobonus, il limite di spesa su cui calcolare la detrazione oscilla intorno a 40.000 euro per unità immobiliare, rendendolo una scelta altrettanto interessante per chi mira a migliorare la prestazione energetica della propria abitazione.

Consigli per l’Applicazione

La scelta tra Superbonus e Ecobonus dipenderà dalle specifiche esigenze di ristrutturazione e dall’obiettivo energetico prefissato. È fondamentale valutare attentamente il tipo di intervento e consultare un professionista qualificato che possa indirizzare verso la soluzione più adatta e vantaggiosa.

Conclusione

Il 2024 apre nuove porte per chi desidera investire nell’efficienza energetica della propria abitazione, offrendo agevolazioni fiscali senza precedenti. Sia che si opti per il Superbonus che per l’Ecobonus, le possibilità di miglioramento sono ampie e capaci di adattarsi a diverse esigenze. L’invito è quello di approfondire con l’ausilio di esperti per massimizzare i benefici di queste opportunità, trasformando il cappotto termico da sogno a realtà quasi a costo zero.