Sicurezza delle reti aziendali: costi e soluzioni

McAfee ha presentato dei dati che evidenziano come l’implementazione di soluzioni per la prevenzione delle intrusioni sulle reti aziendali possano ridurre considerevolmente i costi associati ai downtime della sicurezza. 

cyber-security-1923446_1920

Il rapporto di McAfee, dal titolo “Reducing Downtime Costs with Network-Based IPS”, analizza le perdite di fatturato e di produttività dei dipendenti dovute ad attacchi DoS (Denial of Service) e malware che colpiscono client, server e Reti.

Secondo il report, le aziende, di qualsiasi dimensione esse siano, devono affrontare il compito di proteggere le loro reti dalle minacce, mantenendo attiva e funzionante la rete stessa.

Downtime della sicurezza: quali problemi comporta?

security-5000785_1280

Lo studio di McAfee, nello specifico, ha evidenziato che i costi complessivi legati al downtime della sicurezza per le grandi aziende superano i 30 milioni di dollari e possono raggiungere il 2.2% del fatturato annuale.


Leggi anche: Carlo Ruta: esiste la libertà d’informazione in Italia?

Per le piccole aziende, invece, il costo è di poco superiore ai 30.000 dollari (0,4% del fatturato), mentre per le aziende di media dimensione si toccano i 225.000 dollari (0,5% del fatturato).

I dati dell’indagine dimostrano inoltre che le aziende che non hanno ancora implementato una soluzione IPS di rete otterranno approssimativamente i seguenti benefici nel momento in cui decideranno di adottarla:

  • attacchi DOS: riduzione del 65% delle ore di downtime:
  • malware su server: riduzione del 50% delle ore di downtime;
  • malware su client: riduzione del 40% delle ore di downtime.

Come risolvono tale problema i dispositivi IPS di rete?

security-265130

Le appliance IPS di rete (Intrusion Prevention System), infatti, permettono ad aziende e service provider di ridurre il rischio di business proteggendo proattivamente client, server e infrastruttura di rete da qualsiasi tipo di attacco, inclusi DoS/DDoS, malware, worm, Trojan e minacce volte a colpire le applicazioni.

Si tratta di dispositivi in-line, attraverso cui il traffico passa in real-time. Ciò consente al dispositivo IPS di bloccare gli attacchi prima che raggiungano gli obiettivi prefissati, garantendo che le applicazioni mission-critical siano protette e operino senza interruzioni.

 

Luca Paolucci
Laurea in Economia e Management
Laureando in Management Internazionale
Suggerisci una modifica